Il tuo browser non supporta JavaScript!

Attenzione, controllare i dati.

Condividi

Milano di ieri e di ier l'altro

In questo libro sono narrate curiosità e storielle forse non ignote a chi reca sul capo il peso di molte primavere, ma che l'autore confida di poter ancora sorprendere, oltre a interessare i più giovani fra i lettori. Così, il passaggio segreto che al Radetzky, dimorante nell'odierna Villa Reale di via Palestro, consentiva di ricevere di nascosto l'amante direttamente in camera da letto; la prima piscina e l'ultimo tram a cavalli; Hemingway all'ippodromo di S. Siro e Kafka al teatro Fossati; i 34 duelli del Cavallotti e i 482 basej  per salire sul Duomo; il gatto del scior Pinin in Rugabella e il "topolino" che provvedeva a illuminare l'ottagono della Galleria... qualcuna delle amenità messe assieme nel nostro vagabondaggio tra le pieghe più intime della città.Si tratta di fatterelli che hanno per sfondo una Milano ancora a misura d'uomo: groviglio di stradine che si snodano pigramente tortuose per gran parte del centro storico; spesso selciate a ciottoli e spartite dai due nastri di granito per il transito di carri e carrozze. E, poi, facciate patinate dal tempo e traforate al piede da botteghe senza pretese, adorne di poggioli a delicati rabeschi di ferro battuto, dietro cui si celano cortili tra i più belli d'Italia, coi rugginosi ballatoi svolazzanti di panni stesi. Sorride ai crocicchi qualche superstite immagine votiva rischiarata dal tremulo lumino, mentre sulle cantonate biancheggiano targhe viarie che han superato da un pezzo il secolo di vita e recano incisi a caratteri bodoniani nomi spesso da fiaba. Una Milano, appunto, di ieri e di ier l’altro.

Dettagli

Editore Graphot
Tipologia Libro
Formato 12x20, copertina flessibile
Tema Territorio
Collana Storie meneghine
Pagine 192
Pubblicazione 12/2014
ISBN / EAN 9788897122739
Milano di ieri e di ier l'altro
13,00
 
Spedito in 2 giorni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.